S. Stefano d'Aveto

“Oggi ho attraversato la valle piu’ bella del mondo.” Ernest Hemingway – 1945

La Storia

La zona e’ stata popolata da tempi antichissimi dalla popolazione dei liguri che adoravano l’antico Dio Pen (il Giove dei Liguri) per il quale non venivano eretti templi ma che veniva identificato nella montagna piu’ suggestiva della zona, che ne ha derivato anche il nome: il Monte Penna.

Le ultime tribu’ dei liguri furono sconfitte 150 anni prima della nascita di Cristo e la Valle passo’ sotto i dominio dei romani seguendo poi le vicende dell’Impero.

Nel 1164 Federico Barbarossa dono’ il feudo della valle a Obizio Malaspina: dopo i Malaspina si susseguirono nel dominio della zona, fino al 1796, i casati  dei Fieschi e dei Doria. Si deve ai Malaspina la costruzione del Castello, le cui mura esterne sono state recentemente restaurate, e che domina il centro del paese.

Dopo la ribellione del popolo alla dominazione dei Doria (si dice che i “bravi” dell’ultimo feudatario furono gettati dal ponte del paese che ancora oggi ricorda questo episodio portano il  nome de “il ponte dei bravi”) il territorio di Santo Stufano passo’ alla Repubblica di Genova e poi al Regno di Sardegna, aprendo un periodo di fioritura del commercio e del contrabbando (come si puo’ vedere anche dalle caserme che Maria Luigia d’Austria fece costruire sulle principali direttrici, i cui resti sono ancora visibili).

Il legame della famiglia Doria con Santo Stefano e’ si manifesta ancora nella Chiesa Parrocchiale dove al centro dell’Altare Maggiore e’ visibile la tela raffigurante la Madonna di Guadalupe, donata dal Cardinale Giuseppe Doria alla comunita’ di Santo Stefano nel 1814, che si dice si trovasse sulla galea di Andrea Doria durante la battaglia di Lepanto del 1571. La Madonna di Guadalupe e’ infatti la patrona del paese: la festivita’viene celebrata la prima domenica dopo ferragosto  e il 27 di agosto con una suggestiva messa che si svolge sulla cima del Monte Maggiorasca.

Santo Stefano e la Val d’Aveto

Santo Stefano si trova a 1017 m.s.l.m., lontano dai tradizionali circuiti turistici della Liguria, alla confluenza tra le province di Genova, Piacenza e Parma.
La vasta conca di monti all’interno della quale e’ collocato il paese conta le due cime piu’ alte dell’appennino ligure (il monte Maggiorasca, 1799 metri e il monte Bue, 1777 metri) ed e’ caratterizzata da pascoli, faggete, foreste di conifere, laghetti e torrenti. In estate il clima mite e piacevole invoglia a percorrere i sentieri che ci conducono, attraverso prati e foreste, alla cima dei monti; in inverno le abbondanti nevicate consentono di usufruire della bellissima pista di fondo e, dall’inverno prossimo, anche delle piste da sci di discesa. Anche in inverno e’ possibile effettuare piacevoli camminate, magari utilizzando le “ciaspole”.

Prodotti Tipici

Da fine agosto a fine autunno gli appassionati della raccolta dei funghi troveranno nei boschi della Val d’Aveto molte varietà commestibili oltre ai porcini, che nascono in quantità sotto castagni e faggi. La primavera invece è la stagione degli spinaroli, tipici di questa zona e molto apprezzati dai buongustai.

Fra i prodotti locali il più noto è il formaggio San Stè, unico formaggio DOP in Liguria, ma anche altri formaggi, il miele, ancora i funghi secchi o sott’olio sono prelibatezze da scoprire (o ritrovare) in Val d’Aveto. Per chi lo desidera si organizzano corsi di cucina durante i quali vengono preparati alcuni piatti che utilizzano questi prodotti e quelli del nostro orto, nella tradizione delle antiche ricette liguri.

Il Castello

Il castello Malaspina-Doria è un edificio religioso sito in piazza del Popolo a Santo Stefano d’Aveto, nella val d’Aveto in provincia di Genova.
La sua struttura è considerata una delle più interessanti opere difensive della provincia genovese e della Liguria. Il castello è collocato al centro dell’ampia conca alle pendici del monte Maggiorasca, visibile sullo sfondo del castello, e circondato quasi interamente da prati e poco distante dall’odierno centro abitato di Santo Stefano.

Indirizzo:

Piazza del Popolo – Santo Stefano d’Aveto
Per informazioni: Tel. 0185 88007 – www.comune.santostefanodaveto.ge.it

Le Attività

L’area proprio sotto La Casa sul poggio è occupata da campi sportivi e giochi per bambini, non lontano dal paese e in mezzo al verde: altalene, scivoli, cubi per arrampicare e altri giochi aiutano i bimbi a fare amicizia fra di loro e a passare all’aperto le ore dedicate al gioco.
Inoltre durante il periodo estivo vengono proiettati film e cartoni animati nelle ore più adatte ai piccoli.
Speciale per i nostri ospiti:

  • giocare con un cucciolo, imparare come avvicinarsi a un cagnolino e come capire il suo linguaggio può essere un’esperienza molto emozionante per i piccoli, non la dimenticheranno facilmente!
  • giocattoli, puzzles, biglie, tanti giochi divertenti e tanti tanti libri sono a disposizione per non far annoiare più e meno piccoli nelle giornate di pioggia o nei pomeriggi di sole, nel nostro giardino o in casa

Campi da tennis, pallavolo, pallacanestro, calcio, bocce, arrampicate, bicicletta, mountain bike, trekking, nordic walking, orienteering, c’è l’imbarazzo della scelta! E d’inverno le piste da fondo e, dal 2008, da discesa.
Speciale per i nostri ospiti:

  • ping pong e calcio balilla per le serate in taverna o per giornate intere se si organizzano veri tornei!

Il silenzio, la tranquillità, l’aria pura, il verde, basta guardarsi intorno, a Santo Stefano, per trovarli e apprezzarli.
Speciale per i nostri ospiti:

  • il giardino con gli angoli ombreggiati e i prati in pieno sole, offre a qualunque ora un angolo di tranquillità, troverete tavoli all’aperto per pranzare e, sul vostro terrazzino, tavolino e seggiole per fare colazione o per leggere un libro in solitudine
  • libri a disposizione per tutti: prendetene uno e lasciate quello che avete finito di leggere, la nostra biblioteca sarà sempre nuova!
  • Chi ama guardare il cielo stellato e riconoscere le costellazioni ha un luogo di osservazione privilegiato, silenzioso e senza luci.

Un’oretta in pianura o tutto il giorno a scarpinare per i monti, comunque vi piaccia camminare, troverete quello che fa per voi. Tutte le gite sono illustrate nel fascicolo dell’azienda di soggiorno, che indica i sentieri, la difficoltà, il tempo di percorrenza. E d’inverno, via con gli sci da fondo e le ciaspole!

Lungo l’Aveto ci sono delle spiaggette e dei punti in cui il fiume si allarga e forma delle pozze in cui è possibile nuotare (se si resiste all’acqua fredda!): nelle ore più calde si può rinnovare l’abbronzatura e rinfrescarsi nell’acqua pulitissima e limpida.

E se proprio non potete fare a meno del mare, beh, non è così disitante: basta poco più di un’ora per trovarsi in alcune delle spiagge più belle della Riviera: Cavi di Lavagna, Sestri, Chiavari…

Sono diverse e tutte di buon livello le soluzioni per una cena a Santo Stefano: dalla pizza alla carne alla brace, ai funghi, i vostri gusti saranno accontentati.
Le discoteche non sono numerose ma gli amanti del genere potranno comunque apprezzarle.
Nel periodo estivo sono frequenti gli eventi musicali all’aperto, che permettono di esibirsi sotto le stelle, e altri spettacoli e intrattenimenti per grandi e piccoli.

Contatti

Via Costigliola, 8 - 16049 Santo Stefano d'Aveto (Genova) ITALY
Phone: +39 0185 88018
Mobile Elisabetta: +39 347 6959716
Mobile Maddalena: +39 347 1406515
Email: info@lacasasulpoggio.it

Prenota ora

Trattamento dati

13 + 14 =

Contatti

Via Costigliola, 8 - 16049 Santo Stefano d'Aveto (Genova) ITALY
Phone: +39 0185 88018
Mobile Elisabetta: +39 347 6959716
Mobile Maddalena: +39 347 1406515
Email: info@lacasasulpoggio.it